Ciao Anna Lucia

Ci sono cose che si vorrebbe non avvenissero mai, invece fanno parte della vita e a volte accadono: sabato 21 maggio mattina ricevo una telefonata da Manuela che mi comunica che sua mamma Anna Lucia è stata ricoverata d’urgenza per un infarto, ed è in terapia intensiva.

Anna Lucia, mia allieva da molti anni e Istruttrice della nostra scuola, purtroppo non ce l’ha fatta.

La notizia ha subito fatto il giro tra tutti i compagni d’allenamento, insieme alla sorpresa e al dolore per una perdita che nessuno avrebbe immaginato. Tutti abbiamo stretto idealmente in un abbraccio Manuela e il suo compagno, i loro figli e tutti i familiari.

In questi giorni continuano a tornarmi in mente immagini e situazioni che si moltiplicano: le lezioni in palestra, i corsi di formazioni, gli stage estivi che Anna Lucia non perdeva mai, gli appuntamenti con i Maestri che l’associazione ha invitato in tutti questi anni, il viaggio in Cina fatto insieme, i momenti di rilassamento e le risate tra un allenamento e l’altro.

Anna Lucia è stata una persona solare, diretta, piena di gioia di vivere e di vitalità.  Le sue reazioni erano pungenti e vive quando si risentiva per qualcosa, come tenere e piene di comprensione quando voleva sostenerti. Non era abituata a mandare a dire le cose, te le diceva direttamente in modo chiaro e senza ipocrisia.

Ci mancheranno i suoi ritardi (mai una volta che arrivasse puntuale… peggio del suo maestro…), il suo incedere con passo elegante e deciso, che sentivi prima ancora di vedere, il suo abbigliamento sempre curato e mai anonimo, il piacere di vivere che sprizzava da tutti i pori. Una donna capace di rivolgere sempre in positivo quanto la vita le poneva davanti, anche le prove più impegnative.

Cara Anna Lucia, già ci manchi, ma ogni volta che praticheremo insieme sarà come averti tra di noi.

PM

Pubblichiamo la lettera aperta di commiato ad Anna Lucia scritta da un nostro istruttore:

Una di noi.

Vogliamo ricordarti così, con le tue mise ginnicamente improbabili, con le tue ballerine con i lustrini.

Vogliamo ricordarti così, con il tuo: “ragazzi, come va?”.

Vogliamo ricordarti così, con il tuo sorriso.

Vogliamo ricordarti così, con la tua spada, il tuo “tai ci”, il tuo “i ciuen”.

Vogliamo ricordarti così, con la tua attenzione per le persone.

Vogliamo ricordarti per il cammino fatto insieme, per le tue e le nostre difficoltà.

Vogliamo ricordarti per le tue spensieratezze e per i tuoi sorrisi.

La tua mancanza fa sentire la tua presenza.

Vogliamo ricordarti così LUCIA perché sarai sempre una di noi.

I tuoi fratelli di pratica

CT

Di seguito pubblichiamo alcuni sms e mail che ci sono giunti quando abbiamo comunicato la notizia della scomparsa di Anna Lucia. Per rispetto della privacy abbiamo omesso il nome delle persone lasciando solo le iniziali e tolto eventuali stralci non pertinenti.

Chi vuole può pubblicare un proprio commento su questa pagina del blog, forse i familiari di Anna Lucia e sicuramente noi tutti ne saremo contenti.

—————————

Ho conosciuto Anna lucia tre anni fa quando mi sono avvicinata al Taiji. Ciò che ricordo di più di lei sono gli occhi di un colore e di una luce mai vista (la foto non riesce a descrivere), occhi che vedranno ancora attraverso un’altro corpo dato che Anna lucia ha voluto donare i suoi organi, da donna coraggiosa e generosa qual’era.
Dobbiamo riflettere sulla caducità delle cose e continuare a vivere il momento, l’attimo.
Grazie

G.

—————————

Sarà con voi col pensiero. La ricordo piena di vita come il rosso del suo vestito. Possa riposare in pace.

S.

—————————

Caro Paolo, […]
È sempre un po’ triste quando un compagno di pratica ci lascia specie in modo così repentino…
certo fa cogliere al volo l’impermanenza del nostro vivere…
lo so bene perché dopo quasi 35 anni passati sul tatami il gruppo dei “vecchi” ora lo è diventato anche di fatto, annoverando vari settantenni, ormai ci contiamo e anche tra le nostre fila abbiamo già avuto qualche defezione verso l’oltre…
ti abbraccio e ti auguro sempre serenità soddisfazione e prosperità.
oss

O.

————————–

Non ci conosciamo,
pratichiamo discipline marziali diverse e di paesi diversi,
ma alla fine tutte conducono verso lo stesso punto,
il concetto di armonia, pace ed amore con noi stessi e quello che ci circonda.
Viviamo tutti sotto lo stesso cielo.
Abbiamo la passione per queste nostre discipline orientali;
non mi’importa quale nome abbia o da quale paese essa provenga,
resta il fatto che siamo sempre estremamente vicini.
Tutti potremmo imparare qualcosa da quell’altro, se ci fosse meno stupidità.
Poi arrivano questi momenti che ci sembrano sempre molto lontani ed irreali.
Pensi che a te o al tuo gruppo non ti possa toccare la storia degli altri.
Per anni guardi l’anziano e ti dimentichi di colui che è, solo più giovane.
Ma questo non significa nulla.
Il destino è incontrollabile così i concetti dell’anzianità non contano più.
Ed ecco che una giovane vita, piena di energia ci lascia con il cuore spezzato e tante lacrime,
senza darci minimamente il tempo di comprendere che cosa sia veramente successo.
Dopo oltre 45 anni di pratica e oltre 30 di insegnamento,
anch’io un mese fa, ho scoperto per la prima volta che cosa si prova nel perdere un giovane studente di soli 20 anni dei quali 15 passati al tuo fianco.
Un dolore che mi ha fatto aprire gli occhi e valorizzare la vita in modo completamente diverso da ieri.
Questi nostri studenti sono la nostra vera energia, sono la nostra maturazione, la nostra crescita tecnica e spirituale,
sono l’evoluzione della nostra personalità e dei nostri sogni; così come i nostri figli. Poi, un bel giorno, quando veniamo aggrediti dalla realtà della vita, quando queste tragedie ci toccano, arriva il momento che comprendiamo veramente quanto siamo fragili, quanta importanza hanno gli amici e il vero concetto di famiglia.

Vi sono estremamente vicino nel dolore.

Porgo a tutti voi e alla famiglia di Anna Lucia le mie più sentite condoglianze.

G.D.M.

——————————–

Ciao Paolo, sono dispiaciuto e sconvolto dalla notizia: immagino tutti voi!

Un abbraccio.

S.

——————————–

La vedo. Bella curiosa brillante strappata dal mondo in modo così improvviso. tempo scaduto.  È un trauma per tutti. Annalucia il tuo segno resterà in me.

A.

——————————–

Anche se solo da lontano un pensiero di condoglianze da parte mia.

R.

——————————–

Ieri con tutti gli allievi abbiamo fatto una meditazione in onore di Anna Lucia!

A.

——————————–

Tutte le mie condoglianze Paolo.
La vita è solamente passaggio…
Tutta la mia simpatia alla sua famiglia e suoi vicini.
Amicizia
M.P-A

——————————–

Ciao Paolo
questo è il mio pensiero per Annalucia, scritto con il cuore, mi e’ venuto spontaneo , lo condivido con voi.

ANNA LUCIA

Assurdo immaginarti
distesa senza vita,
i tuoi occhi non brillano più,
chiusi in quel sonno
che ti porterà la pace
e l’armonia che cercavi,
nel tuo essere donna.
Hai sofferto,hai gioito,
quante volte hai pianto,
nel silenzio della tua casa,
per compagnia i tuoi amati
gatti.
Cosa volevi non l’hai
mai rivelato,
forse scappavi da questa realtà
ostile,
cervavi l’aria per dare un senso
all’inquietudine,
ma Lei era lì ad aspettarti,
così vicina, che ti ha avvolto
e nel suo abbraccio sei scivolata
per non tornare più.

P.

——————————–

Ciao Paolo, mi dispiace tanto, mi ricordo di lei, pensa anche il nostro gruppo ha appena subito una perdita. Giovanni, lo hai conosciuto perché aveva fatto il seminario con te.
ti abbraccio,

M.

——————————–

Condoglianze Sincere da tutti qui in Cheng Ming Australia

Regards

A.Z.

——————————–

Grazie per la foto di Anna Lucia, è una bellissima foto.

Con il cuore, ho partecipato anch’io al suo ultimo viaggio.

Un abbraccio

C.

——————————–

Buon viaggio Anna Lucia anche da tutti noi

Acc. It. Shiatsu-Do

——————————–

Carissimo Paolo,
mio fratello R., che è ancora iscritto alla newsletter, mi ha informato della prematura e improvvisa scomparsa di Anna Lucia.
La notizia mi ha molto rattristato se non altro perché si era fatta viva personalmente e telefonicamente con me […] Il ricordo ovviamente va in particolare al bello e (purtroppo) lontano stage di Montefiore ed alle belle serate trascorse insieme nelle quali abbiamo goduto della simpatia e della sua allegria.  Ti prego di portare le nostre più sentite condoglianze ai suoi cari ed a tutti gli amici dell’Associazione.
Un caro saluto
M.

———————————

Re bonjour Paolo
Je me rappelle trés bien avoir longuement travaillé par deux avec cette personne charmante samedi aprés midi, pour les application du Wu Xing Quan.
Je te remercie de bien vouloir transmettre ma sympathie à tous ses partenaires de pratique et à sa famille.
Je transmet cette triste information à ceux de mes élèves français qui m’ont accompagné.
La peine générée par cette disparition sera ainsi répartie sur d’autres personnes, la rendant  peut être plus légère à porter pour ses proches .
Très cordialement,

J-C

———————————

Sono molto toccato da questa “partenza”, pur non conoscendo bene Anna Lucia, si percepiva chiaramente
la sua vitalità, la sua gioia di esserci. E’ sempre triste vedere le persone alla stazione della vita dover prendere quel treno che comunque sia, sono certo la condurrà in un luogo meraviglioso dal quale donare sorrisi e dolci pensieri a tutti coloro sono ancora in cammino su questo prezioso cameo che è la vita.
Mi unisco al saluto per Anna Lucia, fiore tra i fiori, delicata e lucente presenza, ora divenuta stella che potremo sempre mirare nelle notti d’estate in cui il cielo diviene il più bel quadro si possa immaginare.

M.

———————————

Bello e sentito questo commiato. Mi ha toccata dentro pur non conoscendola.
Rivolgo a lei il mio saluto e l’augurio di un viaggio sereno.
S.

———————————-

mi unisco al vostro dolore anche se non conoscevo la povera Anna Lucia, ma penso che sia stata una bella persona (conoscendo paolo)
un abbraccio a voi tutti

A.

———————————-

Un saluto ad Anna Lucia e un abbraccio ai suoi familiari e per favore fai loro le condoglianze. Non posso essere lì, ma il mio pensiero è per lei, prego per lei!

C.B.

———————————-

Mi unisco al vostro dolore,
quando una persona ci lascia e seguiva un nostro stesso  percorso qualcosa irreparabilmente si perde e anche se personalmente non la conoscevo come te faceva parte della grande famiglia del Taiji . Condoglianze anche da parte della mia famiglia.

W.L.

———————————–

Mi sembra di ravvisare la compagna di pratica; comunque sia chi dedica del proprio tempo per la ricerca della Via ha tutta la mia stima. Sentite condoglianze, quindi, per il momentaneo distacco dalla compagna di pratica.

Un caro saluto anche a tutti Voi.

M.

Ciao Anna Lucia, che la Via ti accompagni benevola nel tuo viaggio.
Poiché nulla si distrugge e tutto è in continua trasformazione.

5 risposte to “Ciao Anna Lucia”

  1. Andrea Manera ha scritto:

    Cara Anna Lucia dopo molti anni di pratica percepisco e comprendo che nessuno di noi è mai pronto a lasciare questo mondo, in qualsiasi momento il Divino ci chiami avrà avuto i suoi buoni motivi, resta poi, a coloro che ancora percorrono la strada nella materia di reggere e comprendere il vuoto e l’abbandono lasciato dalle persone che in terra abbiamo incontrato per compiere un pezzo di strada insieme, e tu che ora sei dall’altra parte del velo certamente avrai la visione completa della vita, sento che sarai sempre con noi durante la pratica e sento che infonderai a tutti il coraggio per proseguire sulla strada della vita….Un abbraccio!
    A.M.

  2. Miranda ha scritto:

    Cara Anna Lucia
    non riesco ancora a credere che ci hai lasciati. La tua è una perdita difficile da accettare. Perché così improvvisa e senza preavvisi. Perché solo qualche giorno prima ti abbiamo vista vitale e solare come sempre. Perché sei parte della mia famiglia, quella allargata di amici e compagni di percorsi.
    Mi passano continuamente nella mente immagini e ricordi di momenti ed esperienze vissuti insieme.
    Le camere e i viaggi condivisi, che ci hanno dato la possibilità di conoscerci meglio e per me di apprezzare la tua generosità e la tua capacità di cogliere sempre la positività nelle persone.
    Perché quello che tu ricercavi soprattutto era l’armonia, in ogni azione della tua vita, in ogni momento di condivisione con gli altri, in ogni aspetto del tuo essere. E questo si rifletteva anche nel tuo orgoglio di essere donna, che sottolineavi col tuo modo di vestire, di camminare, di porti. Nella bellezza che vedevi nelle donne di qualsiasi aspetto ed età, perché era il riflesso della bellezza interiore che riuscivi a cogliere, al di là di stereotipi o mancanza di autostima.
    Ho sempre apprezzato il tuo modo di reagire ai problemi della vita, con uno spirito di positività e di speranza, con la capacità e il grande dono di portare un tocco di leggerezza alle cose.
    Sapevi dire la parola giusta per incoraggiare e ridimensionare i problemi, trasmettendo il tuo amore per la vita e per le piccole cose quotidiane che ne danno valore.
    Diretta e indipendente, non ti facevi condizionare da regole che contrastavano con i tuoi bisogni, né accettavi comportamenti che ti infastidivano senza segnalarli in qualche modo.
    Tante cose avrei ancora da dire, sulla tua presenza, sulla tua amicizia.
    Sarai sempre nel mio cuore.
    Non è un addio quello che ti manda, ma un arrivederci.

  3. Maurizio ha scritto:

    Di fronte alla morte nulla è scontato, quando, poi, chi ci lascia è una persona a noi molto vicina, lo sgomento è enorme. Ci nascondiamo dietro alla rassegnazione allo sconforto……e poi……
    Anna Lucia, un grosso ciao.
    M.

  4. Davide ha scritto:

    E’ proprio vero che, pur essendo la morte l’unico evento certo del nostro futuro e della nostra esistenza, quando ci coglie, sia la nostra che quella di altri, non siamo mai preparati a riceverla e davanti a noi si apre sempre l’abisso della disperazione, soprattutto per la perdita di un amico.
    E pensare che, Anna Lucia, mi hai accompagnato, assieme ad altri, in macchina al ristorante pochi giorni prima ed eri solare e vitale come sempre… Personalmente sono ancora allibito e sgomento dalla tua prematura scomparsa: rappresenta un evento a cui è ancora impossibile per me conferire un senso.
    Il modo migliore che trovo per portare dentro di me il ricordo di una persona originale e indipendente come te è continuare a farti vivere in quella pratica del Taijiquan che amavi tanto e di cui ne parlavi sempre tanto bene. Sono sicuro che sarai sempre con noi ad accompagnarci nel nostro cammino.
    Rendo onore a una “sorella di Kung Fu” e mi unisco al commiato del resto della “famiglia”!!
    Un abbraccio Anna Lucia.

  5. Lorenzo ha scritto:

    Chiacchierammo su come i cicli della vita si ripetano infiniti, uno dietro l’altro, e come sempre, in ogni disgrazia si sia già sulla via di una crescita importante. Ci dicemmo che a un tramonto corrisponde una nuova alba, che prima o poi ogni dolore, come ogni gioia, deve finre.
    Lascio ricodrdi in lascrime, affinchè il prossimo ciclo sia più lieve.
    Un abbraccio
    Lorenzo